Voce, per piccolo coro di vetro, voce femminile ed elettronica (2006)

Voce è un brano musicale realizzato tramite un’installazione costituita da cavità risonanti di vetro di forme diverse, scelte e raggruppate in modo da ottenere le risonanze tipiche delle formanti vocaliche. Le cinque vocali classiche A – E – I – O – U e le loro rispettive varianti sono così riprodotte da ciascuno dei cinque elementi di cui è composta l’installazione, ognuno dei quali è costituito da tre risuonatori sostenuti da un piedistallo. L’insieme che ne deriva assume la consistenza acustica e visiva di un piccolo coro.
Il coro di vetro così composto interagisce con una voce femminile che recita un testo pronunciandone le parole in modo da mettere in evidenza tipologie di fonemi, suoni e modalità espressive secondo criteri di volta in volta diversi. Le parole, i fonemi ed i suoni emessi dalla cantante forniscono al coro gli elementi per giungere ad una rielaborazione del linguaggio, la cui originalità diviene progressivamente sempre più evidente, fino a consentire il raggiungimento di una completa autonomia.
La modalità di scrittura dell’intero lavoro, relativamente ai livelli interni della struttura, è caratterizzata dall’inserimento di sezioni libere da eseguire con criteri improvvisativi. Ad un livello più alto invece il brano è definito con precisione nel suo percorso formale.


Voce, for small choir of glass, female voice and electronics (2006)

Voce (Voice) is a work created for an installation constituted by resonant glass cavities of different forms, chosen and grouped in order to reproduce the typical resonances of certain vowel sounds. The five vowels A – E – I – O – U and their respective variations are reproduced by the five elements of the installation, each of them is made of three resonators.
This structure generates the overall acoustic and visual effect of a small choir, interacting with the female voice playing some words, phonemes and other vocal sounds. The way the voice articulates the sounds will enhance timbres according to different musical expressions. The words, the phonemes and the sounds emitted by the singer give to the choir the elements to create a new language, whose originality became clearer and clearer, until it reaches a total independence.
The structure of the entire work is characterized by the insertion of free sections that have to be performed with extemporary criteria, whereas the formal path of the entire work has been prearranged in a deterministic way. The duration can varies from 8 to 10 minutes.


Durata 10’ circa


Esecuzioni / Performances

Musica nel XXI secolo: voce, strumenti a fiato ed elettronica. Voce femminile Angelina Yershova, Installazione e live electronics Silvia Lanzalone. Conservatorio Santa Cecilia di Roma, Auditorium dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Facoltà di Ingegneria, Facoltà di Lettere e Filosofia, Roma, 12.06.2006.

ARTINTERRAZZA - Concerto della Scuola di Musica Elettronica del Conservatorio di Santa Cecilia, Voce femminile Angelina Yershova, Installazione e live electronics Silvia Lanzalone. Conservatorio Santa Cecilia di Roma, Accademia di Belle Arti, Roma, 28.09.2006.

10 anni di CEMAT. Voce femminile Angelina Yershova, Installazione e live electronics Silvia Lanzalone. Federazione CEMAT, Auditorium del Goethe-Institut, Roma, 08.11.2006.

XXIX Stagione concertistica di Musica Verticale. Voce femminile Angelina Yershova, Installazione e live electronics Silvia Lanzalone. Auditorium del Goethe-Institut, Roma, 10.11.2006.

Fastforward - 43° Festival di Nuova Consonanza. Voce femminile Silvia Schiavoni, Installazione e live electronics Silvia Lanzalone. Premio Franco Evangelisti, Sala Accademica del Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, 16.12.2006.


Link

https://www.youtube.com/watch?v=g5izj1t0Fdg

http://www.arspublica.it/lanzalones.html 


© Silvia Lanzalone 2019